sabato 6 dicembre 2008

Los Angeles Clippers vs. Houston Rockets

Gente non c'è niente da fare, qua si studia troppo!! Vorrei davvero scrivere di più e al momento sono indietro di tre post sulla mia tabella di marcia, ma davvero faccio quello che posso. Comunque prendo 5 minuti di tempo alla preparazione dell'esame di dopodomani e faccio questo post molto semplice.


Quasi un mese fa ormai, il 7 novembre, sono stato a vedere la mia seconda partita NBA. La partita era Los Angeles Clippers vs. Houston Rockets, era arrivato il momento di vedere la seconda squadra di Los Angeles a tutti gli effetti. Diversamente dall'altra volta questo giro ero decisamente molto, ma molto più vicino al campo (anche se ho pagato tre volte di più il biglietto!!) e vi assicuro che per ogni metro guadagnato l'emozione di poter vedere una partita NBA a distanza "prima divisione" sale esponenzialmente! Non mi voglio dilungare in altro, mi limito semplicemente a postare una serie di foto che parlano più delle parole.


Welcome to the Staples Center:



"Mamma, mamma posso giocare a basket??" "No piccolo Pino, per il basket bisogna essere alti!" "Mah..": Aaron Brooks vs. Yao Ming.





Yao se la perdi sei un pollo:






Ehi Tracy...serve un'ala a Solesino l'anno prossimo. Che dici?





Giochiamo "L" o "Nuovo"?





Tracy Mc Grady e Skip to my lou. Il primo a mala pena diplomato il secondo cresciuto in campetto. Ora plurimilionari.





Ehi Baron, ma quando eri a UCLA pure te facevi tutti questi paper?





Tracy Mc Grady è uno dei giocatori più forti dell'NBA perchè è talmente strabuzzo che non sai mai da che parte guarda e non sai dove marcarlo. Anche se la barbetta di Skinner è una bella distrazione, ma poi che faccia ha? Cosa sta guardando che è così allucinato? Da quella parte sedevano le cheerleaders se non ricordo male...





Mai visti 36.197.424 dollari seduti vicini?




La partita ha regalato alcune sfide dirette tra alcuni giocatori che mi hanno davvero esaltato. Immarcabilità ambo i lati. Baron Davis e Rafer Alston.






Una leggenda del basket fischiato, Dick Bavetta. Ehi Dick, i pantaloni. Un'pò più su per favore:





Bene, devo dire un'altra grande emozione in un'altra bellissima esperienza! Voglio aggiungere solo a questo post un episodio che non c'entra con la partita in questione, ma centra con l'NBA. Lunedì scorso la mattina camminavo verso lezione nella famosa Bruinwalk. Ovvero la strada principale all'interno di UCLA che migliaia di studenti percorrrono ogni giorno per andare a lezione. Sono rimasto scioccato quando ho incrociato tranquillo e beato in maglietta raptors e shorts Chris Bosh. Che ci faceva a UCLA?? Andava a lezione secondo voi?? Mannaggia a me e al fatto che ho dimenticato la fotocamera. Ho saputo poi che Jason Kapono (altro Raptors ed ex UCLA) stava giocando tranquillo in palestra. La spiegazione è che la sera prima i Raptors avevano giocato contro i Lakers. Ad ogni modo, di prima mattina deambulando verso lezione, trovare un giocatore NBA, medaglia d'oro a Pechino, che ti passeggia di fianco non è certo la prima cosa che ti aspetti.
-
Per il momento è tutto, spero di scrivervi ancora quando prima, ora sono indietro di soli due post sulla mia tabella di marcia!
-
"Welcome to the hotel california
Such a lovely place
Such a lovely face
They livin it up at the hotel california
What a nice surprise, bring your alibis
-
Mirrors on the ceiling,
The pink champagne on ice
And she said we are all just prisoners here, of our own device
And in the masters chambers,
They gathered for the feast
The stab it with their steely knives,
But they just cant kill the beast
-
Last thing I remember,I was
Running for the door
I had to find the passage back
To the place I was before
relax, said the night man,
We are programmed to receive.
You can checkout any time you like
But you can never leave!"
-
The Eagles - Hotel California - 1977

12 commenti:

Anonimo ha detto...

L'invidia aumenta sempre più!!
Oggi mi limito a dire questo!
Bacione, Alessandra.

Anonimo ha detto...

Che dire?

Per una volta in vita mia - pur avendo una ghiotta occasione - non dirò niente di/sul basket!
(d'altra parte, chissenéfó di sta palla a spicchi!?? c'è tanta tanta bellezza nel mondo)

Ho appena sentito il titolare di questo blog via MSN (per una mezzora abbondante) e la cosa mi ha fatto davvero piacere!! Grande Simo!!!!

Ecco perché - invece che sparare le solite cazzate polemiche per attaccare briga con Mut o le solite banalità sulla grandezza di Silvio Berlusconi - vi saluto con una frase che non c'entra un cazzo con questo blog e con il contenuto di questo post.
Queste righe sono tratte dal libro "Il giorno della civetta" di Leonardo Sciascia (uno dei miei autori italiani preferiti).

«Io» proseguì poi don Mariano «ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l'umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz'uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà... Pochissimi gli uomini; i mezz'uomini pochi, ché mi contenterei l'umanità si fermasse ai mezz'uomini... E invece no, scende ancora più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi... E ancora più giù: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito... E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre... Lei, anche se mi inchioderà su queste carte come un Cristo, lei è un uomo...».
«Anche lei» disse il capitano con una certa emozione.

Un caro saluto da Nik

Ale Casta ha detto...

il prossimo anno nel ruolo di point guard il Solesino ingaggerà la coppia Grigoletto-Imbimbo. Però Simo se Tmac ti dice che viene a mio malincuore vi do buca... :)
Ciao da Casta e dalla casa del basket!

bragaz ha detto...

vai simo.. in ogni caso sono fortunato! io gioco pivot e ale ha proposto un posto anche a me (o almeno cosi mi sembrava di aver capito), quindi o con te o con Tmac gioco! bea!

aspettiamo il post sul giro in canoa!
ciao!
Ricky.

PS: cazzo nik, ma cosa scrivi? ;-)

Anonimo ha detto...

Ahi ahi ahi Mut..cosa succede?!
Hai commentato solo per quarto..stiamo perdendo colpi eh?!
Moooolto male :p
Alessandra

bragaz ha detto...

solo perche ero a milano e stavo facendo un esame di giapponese, che poi simo per avvisarmi che era uscito un post nuovo mi ha mandato uno sms.. a te l'ha mandato ale? eh? eh? no... :-) ahahah!! vittoria!

Anonimo ha detto...

Ahahahahah..Forse perchè io non gli mando sms per dirgli -Ehi Simo, sai che ho mangiato un Kebab enorme, da panico?!?!-
Ahahah..Ti voglio bene lo stessooooo!
Alessandra

bragaz ha detto...

eh,cosa vuoi.. se non mangi i kebab quando invece dovresti non è colpa mia.. e poi quello era il kebab del petrarca! naturalmente mangiato sotto la statua del petrarca che soffre spesso di leggeri terremoti, rinominati petrarca!

Ale Casta ha detto...

dove se magna sto Kebab? Keeebaaaab... Mut se sveli tutto subito mi rovini tutto...speriamo che i vari scout nba non leggano questo post... :)

Anonimo ha detto...

@ Ale Casta

superOrlando (papà di superSimo) mi ha detto questa sera che tu scrivi per il sito/forum «playbasket.it»: sotto quale pseudonimo? Ho trovato un tale «maurno» di solesino che vuole "più pelo per tutti": sei tu? Altrimenti non è che sei «basketeater» from treviso "When the game is on the line... just give me the ball"?

-Nik-

Ale Casta ha detto...

Grande Nik... sono basketeater, gestisco il Solesino per la serie D e scrivo per la prima divisione visto che ci "gioco"... Infatti se vai a leggere ho appena fatto polemica con uno! Tu sei iscritto sotto quale pseudonimo?
Grande papà Orlando!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

@ Ale Casta

Non sono iscritto/registrato al sito/forum «palybasket.it»!!

Qualora dovessi farlo, non tarderò a fartelo sapere tramite i canali a noi comuni (Ale, blog di Simo, papà Orlando, ecc...)

-Nik-